La comodità di una sedia adatta alle vostre misure, aiuterà a lavorare meglio.

Sono davvero tantissime le sedie da ufficio che sembrano rappresentare la risposta utile alle esigenze di stare comodi e lavorare di più e meglio. Ma proprio l’innumerevole offerta crea confusione e infine difficoltà di scelta, anzi genera il timore di scegliere in modo errato. E’ proprio così ma per essere liberi di scegliere quello che più vi serve, dovete leggere questo sito sulle sedie da scrivania e ufficio Sceltasediadaufficio.it perché troverete indicazioni basilari e indispensabili per essere alla fine dei compratori soddisfatti.

Per questo ricordiamo solo alcuni degli elementi da tenere a mente per scegliere bene. Prima di tutto chiaritevi in base al vostro incarico, quanto tempo trascorrete seduti al vostro posto di lavoro. Ad essere sinceri tutto parte da qui. Se restate ore ed ore allo stesso posto e la sedia è scomodo, troppo alta, troppo bassa, rigida e non regolabile, è evidente che soffrirete fastidio e anche dolori. La scienza lo ha dimostrato: lavorare comodi favorisce la produttività oltre che la salute.

Sappiate che questa domanda sui tempi di lavoro serve a capire anche a quale categoria appartiene la sedia che vi serve.

Ricordiamo che esistono tre tipologie diverse di sedie: quelle operative, quelle dirigenziali, quelle fisse.

Escludendo le ultime che sono generalmente utilizzate per le sale d’attesa o le sale conferenza, le altre due sono strettamente correlate al tipo di lavoro. Più dinamico e meno legato al desk, con spostamenti costanti, richiede una sedia operativa con le rotelle, per lo più senza braccioli, con schienale comodo ma senza poggiatesta nè poggiapiedi. Quelle dirigenziali ( o anche presidenziali soprattutto per le fasce di prezzo più alte) sono caratterizzate da un più ampio ventaglio di accessori come ad esempio seduta e schienale ampio, imbottito  e confortevole, schienale reclinabile, braccioli imbottiti, altezza regolabile del sedile, poggiatesta pure regolabile, e nei modelli di fascia alta anche un cuscino lombare.

Per i materiali si valla pelle vera o ecologica, tessuto, rete di maglia o di poliestere per rendere soprattutto lo schienale più traspirante senza perdere la flessibilità ma anche la plastica nei modelli più economici.